Turismo, da 13 al 19 novembre la sesta edizione di “All Routes lead to Rome”

Roma – Dal 13 al 19 novembre, la sesta edizione del meeting “All Routes lead to Rome”, dal 2016 il primo evento a sostenere la mobilità dolce e il turismo sostenibile come leve di sviluppo del Paese.

Nato nel 2016 a seguito della pubblicazione di due documenti epocali – l’Enciclica Laudato Si’ e l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite – il meeting “All Routes lead to Rome” giunge alla sesta edizione, tornando in presenza e rigenerando il tessuto di connessioni tra luoghi e persone che investono con fiducia nella ripresa partecipando al percorso di transizione green e digitale, oggi reso ancora più necessario dalle conseguenze della pandemia.

“Ripartiamo dai territori” è il tema generale e, insieme, un appello che pone al centro il programma nazionale «piccole patrie»: da un’intuizione di Adriano Olivetti, un modello di ridisegno delle geografie produttive e turistiche considerate “minori” ma che rappresentano il tessuto vivo del Paese, fatto di comunità, di botteghe, di campanili, di paesaggi identitari, di profumi, di orizzonti, di dialetti, di talenti, di creatività e di tante altre energie rinnovabili.

“Dopo un’edizione interamente digitale – illustra il presidente di SIMTUR, Federico Massimo Ceschin i temi della transizione ecologica e della digitalizzazione sono diventati centrali nel dibattito pubblico e nell’agenda politica. Per questo motivo ci appare ancor più fondamentale riproporre i tre pilastri del Meeting – bellezza, lentezza e gentilezza – come elementi di rinascita, di speranza, di ripresa e di resilienza: senza un vero cambiamento degli stili di vita, di produzione, di distribuzione e di consumo, capace di riallineare le esigenze umane con quelle del Pianeta, non è possibile parlare di transizione”.

Attraverso cinque edizioni, il meeting ha raccolto attorno a sé un partenariato con centinaia di realtà attive nei diversi territori del Paese e una rete straordinariamente crescente di attivisti, associati, fiduciari e referenti. Ma anche autorevoli patrocini, tra cui il Parlamento Europeo, il Pontificio Consiglio della Cultura, il Ministero della Transizione Ecologica, il Ministero delle Politiche agricole, il Ministero della Cultura, il Ministero della Mobilità sostenibile, ANCI, UNCEM, CONI e numerose altre istituzioni oltre l’Assemblea Capitolina, voce dei cittadini di Roma.

L’evento prende forma nella Giornata Mondiale della Gentilezza, il 13 novembre, per proporre una settimana di incontri, confronti, dibattiti, presentazioni, workshop e cerimonie, tra cui in evidenza la 9° edizione del Premio Go Slow in collaborazione con ENIT – Agenzia nazionale del Turismo, la 5° edizione della Board dei Cammini e delle Ciclovie, il 3° forum del turismo fluviale e delle acque interne, il 2° congresso nazionale delle «piccole patrie» e la prima edizione del congresso dei distretti del cibo BioSlow.

— Il programma della manifestazione è disponibile (in costante aggiornamento, reso necessario dalle disposizioni per il contenimento del Coronavirus) sul sito www.tuttelestradeportanoaroma.it
— Per conoscere le attività di «piccole patrie», realizzate in collaborazione con Accademia Creativa Turismo, ACT Travel e Sharryland, visita il sito www.piccolepatrie.it
— Per conoscere SIMTUR ed entrare in contatto, www.simtur.it
— La partecipazione agli eventi è libera, spontanea e gratuita, previa prenotazione tramite la piattaforma dedicata: https://www.sharry.land/it/destinazioni/all-routes-lead-to-rome-2021

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Focus!

Potrebbero anche interessarti: